La nascita del progetto “Pubblica Assistenza”

Nel 1978 un gruppo di persone di Formigine decise di dare vita ad un associazione di volontariato nel comune, dedicata al trasporto di feriti ed ammalati, il progetto si concretizzò il 21 Marzo dello stesso anno con la costituzione del “Corpo Volontari di Pronto Soccorso dell’Ospedale di Formigine“, i volontari avevano il ruolo di barellieri ed autisti ed operavano in stretta collaborazione con il personale infermieristico ed ausiliario dell’ospedale di Formigine.

La prima sede operativa era situata in una stanza dell’ospedale stesso, le prime divise erano dei semplici camici bianchi con il logo allora rosso stampato sul taschino sinistro e le ambulanze allora in uso erano quelle dell’ospedale ovvero delle FIAT 238, ed il primo gruppo di volontari non arrivava a 10 persone.

Tra i soci fondatori della prima associazione si ricordano:

  Cavalieri Claudio

  Colombini Modesto

  Fiorentino Antonio

  Ghirri Rando

  Luppi Aldino

  Ottani Elio

Alla fine degli anni 80 con la possibilità della chiusura dell’ospedale civile l’associazione si pose due obbiettivi: ricercare nuovi volontari e dotarsi di un mezzo proprio.

Quest’ultimo obbiettivo si realizzò attraverso la raccolta di fondi e un contributo dell’amministrazione comunale che consentì l’acquisto del mitico VOLVO Familiare (Volvo 245).

 Nel 1989, dopo 10 anni dalla costituzione (anniversario celebrato il 14/05/1988) visto l’aumento della richiesta di servizi, delle esigenze organizzative e complice anche la più volte discussa prospettiva di chiusura dell’Ospedale, l’associazione decise di svolgere le proprie attività in piena autonomia.

Sempre nel 1989 l’associazione ricevette la  donazione di un Fiat Ducato allestito come ambulanza (da parte del Cav. Malaguti Aurelio di Casinalbo) e in data 26/01/1989 decise di darsi personalità giuridica: prendendo il nome di “Corpo Volontari di Pronto Soccorso di Formigine“, mantenendo i medesimi scopi associativi e gli obbiettivi della prima fondazione.

L’anno successivo, il 07/10/1990 si inaugurò la prima sede storica della nostra associazione situata in via S.Onofrio 20 (fabbricato oggi non più esistente), e per la prima volta l’associazione poté avere un proprio numero di telefono (l’attuale 059/571409) che non era più legato al vecchio ospedale.

La prima sede provvisoria della nuova neonata associazione era una porzione dei fabbricati dell’allora dismesso macello comunale (per la precisione la vecchia stalla di sosta ed il vecchio canile), che vennero ristrutturati, riadattati e resi idonei per le esigenze associative.

Anche altre Associazioni con i medesimi scopi si erano formate nel frattempo sul territorio e, in data 01/11/1989, era nata a Modena la Centrale Operativa con funzioni di coordinamento provinciale degli interventi di emergenza e urgenza sanitaria chiamata: Modena Soccorso, con la quale si cominciò a collaborare.

Il giorno 01/03/1993, poi, venne istituito il numero unico per l’emergenza sanitaria 118, in attuazione del D.P.R. di istituzione delle centrali operative di allarme sanitario, che introduceva importanti principi quali: l’integrazione del servizio pubblico con il volontariato, l’identificazione dell’Infermiere Professionale come responsabile operativo della centrale, l’attribuzione della responsabilità ad un medico responsabile e l’identificazione dei tipi e dei tempi d’intervento di soccorso.

Questo evento rivoluzionò il metodo di lavoro delle associazioni operanti sul nostro territorio.

Il 25/05/1997 visto l’aumento delle esigenze associative (crescita esponenziale di servizi, parco automezzi e volontari) e l’ormai sempre più stretta collaborazione con la Centrale 118 Modena Soccorso si inaugurò l’attuale sede definitiva della nostra associazione in via Sant’Onofrio 3.

Per la nostra associazione proprio la sede si è rivelata un elemento importantissimo per lo sviluppo e l’organizzazione.

Oltre a questo ha rappresentato, e rappresenta tuttora, un punto di riferimento per la cittadinanza ed anche per i volontari che, in un ambiente idoneo hanno sempre trovato le condizioni migliori per lo svolgimento dei turni di servizio e, il punto di ritrovo quasi quotidiano per scambiare chiacchiere, fare amicizia ed avere le informazioni indispensabili per i servizi.

In una parola il vero fulcro della vita associativa è stata proprio la sede che ha creato un forte spirito di gruppo. Qui si è formato il volontario sia sotto il profilo umano e sia sotto il profilo professionale e tutti i volontari, senza nessuna distinzione, hanno trovato un punto d’incontro e di aggregazione.

La Pubblica Assistenza di oggi

Di strada da quegli anni se n’è fatta parecchia, in tutti i sensi.

Oggi nel Corpo Volontari di Pronto Soccorso AVAP  FORMIGINE sono iscritti ed operano più di 200 volontari soccorritori e 2 dipendenti.

L’autoparco dell’associazione è attualmente composto da 5 ambulanze di cui:

3 di tipo “B” sono adibite a servizi Interospedalieri, assistenze a gare eventi e manifestazioni.

2 di tipo “A” sono adibite solamente a servizio di Emergenza Urgenza Territoriale.

L’attività di Emergenza Urgenza territoriale è svolta in convenzione con la Centrale Operativa 118 Emilia Est alla quale è affidato il compito istituzionale di coordinamento e supervisione.

Oltre all’emergenza sanitaria e al trasporto di ammalati l’altra importante attività dell’associazione è la divulgazione alla cittadinanza degli elementi di primo soccorso, per gradi successivi, ed ai propri volontari con corsi di formazione specifici per portare i Soccorritori Volontari ad un livello di specializzazione sempre più elevato.